Descrizione Progetto

CAFE’ RESTAURANT EXCELSIOR

LA NOSTRA STORIA
Come racconta Antonio Nannicini nel suo “Lettera da Portofino”, il Caffè l’Excelsior viene aperto da Santin e Lina Repetto nel 1924 e diventa da subito il luogo preferito di famosi personaggi dell’epoca: Guglielmo Marconi ospite al Miramare veniva qui con il suo tender per sedersi a prendere un buon moka.
I Borghese, i Colonna e i Mackenzie amavano invece incontrarsi all’Excelsior, nei pomeriggi estivi.

Sarà proprio il Barone Freddy De Thierry, marito di Isa Mackenzie, che inizierà i proprietari ai segreti dell’American Bar per cui, sul finire degli anni trenta, anche all’Excelsior si serve come aperitivo il Negroni su ricetta dell’omonimo conte.

Al Caffè Excelsior la Lina nel 1941, s’inventa un dessert destinato a diventare famoso. È un insieme di gelato di crema, gelato di lampone, panna,lamponi e sciroppo di granatina, servito in un gran bicchiere. Qualche cliente chiede il nome e, da buona ligure, risponde che è un “paciugo” che tradotto letteralmente sta per “pasticcio”. La coppa gelato Paciugo diventerà il gelato più servito tra i tavolini del Tigullio.

Nell’immediato dopo guerra è qui che si servono i primi Gin-Tonic, grazie all’accordo con l’inglese Shweppes che spedisce i suoi primi cartoni in Italia ed è ancora all’Excelsior che si sperimentano i primi Long Drinks come il Pimm’s servito all’epoca in Piccadilly Circus a Londra.

Cominciano gli anni ’60 e in Piazzetta arrivano Clark Gable, Frank Sinatra, Tyrone Power, Rita Hayworth, Brigitte Bardot, per citare solo alcuni tra i personaggi più conosciuti dell’epoca e i tavolini dell’Excelsior sono circondati da curiosi e paparazzi. Onassis era solito prendere il tè all’ Excelsior con marmellate inglesi e pane da tostare, accompagnato dalla prima moglie Tina Livanos; tornò qualche anno più tardi a bordo del suo favoloso yacht con l’amico Winston Churchill e Maria Callas.

Segue il periodo delle grandi famiglie italiane: gli Agnelli, i Camerana, i Piaggio, i Mondadori, i Croce, e i Pirelli, dei grandi attori come Roger Moore e Tony Curtis che attraccavano nel porticciolo e scendevano per far colazione con la pasticceria fresca dell’Excelsior.

Il nostro Cocktail Bar è improntato sull’utilizzo di ingredienti provenienti da tutto il mondo, in perfetto equilibrio tra la rievocazione del passato e l’innovazione. I nostri preparati vengono fatti con cura ogni giorno, sulla base di ricette di barman professionisti.

La Bottiglieria nasce da un’attenta selezione dei migliori spirits e distillati del mondo, per soddisfare tutti i clienti, anche i più esigenti.

Il Caffè Excelsior Portofino ha visto nascere e svilupparsi i primi cocktail in Italia. E’ qui che si sono serviti i primi Negroni, tra questi tavoli si sorseggiavano i primi Gin Tonic. In seguito il Caffè Excelsior sarà tra i primi a servire il primo long-drink con bucce di cetriolo, foglie di boraggine, spicchi di limoni e arancio: il Pimm’s n. 1, importato in Italia migliorando l’originale formula del bar Pimm’s di Piccadilly Circus a Londra.

Il bancone del bar è frutto dell’ingegno di artigiani italiani che hanno saputo interpretare il progetto dell’architetto svizzero Michael Gehret

Al Caffè Restaurant Excelsior potrete scegliere tra esclusive opportunità culinarie: una colazione, un sandwich o un pranzo nel dehor o nella più intima
saletta, un tè pomeridiano circondati da una delle più belle piazze d’Italia.
O le deliziose creazioni gastronomiche presso il nostro Ristorante.

CHEF MANAGER GIORGIO BARDI
UNA GRANDE FIRMA PER UNA CUCINA SEMPLICE ED ELEGANTE

I SAPORI DELLE ORIGINI, UNA TERRA STRAORDINARIA
Nasce a Carbonia nel 1976. Frequentando spesso il cucinino di nonna Iole appeso alla sua gonnella, si appassiona al sapore intenso delle sue conserve di pomodoro o delle sue semplici ma buonissime e indimenticabili ‘fettine’ comprate da Giorgio il macellaio, profumi sedimentati nella memoria, come tutti quei prodotti che la terra del Sulcis poteva offrire; cosi cominciò prestissimo la frequentazione delle cucine, scontrandosi con un mondo complesso per un ingenuo fanciullo, tanto da disarmarlo e pensare che non sarebbe mai potuto esserne un erede degno. Autodidatta, nutre grandissima ammirazione per chef come Nico Romito e Heinz Bech, grandi esempi di rispetto per il cibo e per i clienti.

L’ACCADEMIA E LA PRIMA GRANDE ESPERIENZA
Frequenta l’accademia di arti culinarie Étoile dove ha la fortuna di incontrare lo chef che gli farà completamente cambiare la visione della cucina: Corrado de Virgilio. Insieme ai docenti Stefano Laghi, Sergio Mei, Franco Luise, Gianluca Aresu, Edo Komori riesce a capire quanto questo mestiere oltre ad essere un atto d’amore è anche donare gioia agli altri: il mestiere piu bello del mondo. Il grande chef sardo Achille Pinna lo sprona ad andare fuori per fare altre esperienze, cosi decide di partire per la Svizzera destinazione Gstaad – Grand hotel Park con all’interno un noto ristorante gourmet.
Collabora con lo Chef Executive Giuseppe Colella e ha la possibila di dirigere tutto, prende le redini della cucina e in pochi anni con la fedele brigata raggiunge importantissimi traguardi, ripercorrendo con sapori e profumi quello che era in Cina il viaggio fantastico di Marco Polo, mescolando con armonia tutto quel sapere orientale da lui riferito nel suo Milione con la cucina veneziana che in quel momento storico aveva un periodo di grande splendore, senza dimenticare le proprie origini.

LA CRESCITA E IL RIENTRO IN ITALIA
Collabora nella realizzazione di serate indimenticabili con Philippe Rochat e Benoit Violer dell’Hotel de la Ville di Crissier (Losanna), Patrice Caillault della Domaine de Rochevilaine, Andre Jaeger del Rheinhotel Fischerzunft, Oth Sombath, grande chef thailandese, lo Chef indiano per eccellenza Vineet Bhatia.
Lascia la svizzera dopo dieci anni per intraprendere con la sua brigata una nuova sfida: l’apertura del famosissimo Caffè Excelsior di Portofino entrando in punta di piedi nel rispetto del magnifico lavoro fatto dalla famiglia Santin. Tutto questo grazie ad un imprenditore Francese che ha creduto in lui e gli ha dato la possibilita’ di intraprendere questa nuova avventura.

La nostra cucina sarà una cucina semplice ma elegante,una cucina fatta di pochi elementi e dove la ricerca del prodotto è la base del nostro lavoro, lavorato al momento giusto e preparato con le cotture giuste.
Lo scopo è quello di regalare esperienze gastronomiche che insieme ad una location fantastica come Portofino possano regalare un qualcosa di unico. Con la mia brigata fedele che mi segue passo passo in tutto e con la quale abbiamo creato una chimica che son sicuro ci darà delle grandi soddisfazioni.
Il nostro obbiettivo? Dare gioia con semplicità e vincere una scommessa: riportare questo locale storico agli altissimi livelli che ha sempre meritato.

CAFE’ RESTAURANT EXCELSIOR

CAFE’ RESTAURANT EXCELSIOR
Piazza Martiri dell’Olivetta, 54
Portofino (GE)

Tel +39 0185 269123
info@excelsiorportofino.it

http://www.excelsiorportofino.it/